Lingua

English Bulgarian Chinese (Traditional) Czech Danish Dutch French German Greek Italian Romanian Serbian Slovak Spanish
tessera2012

Ultime notizie

12/01/2015. POLIZIA LOCALE. TORLUCCIO (UIL-FPL): SOLIDARIETĂ€ PER VILE AGGRESSIONE A DANNO DI UNA COLLEGA DI MILANO

 

logouilfpl

La Uil Fpl esprime solidarietà all’ agente della Polizia Locale di Milano, Iolanda Ferraro, prima minacciata di morte e successivamente investita da un uomo ancora non identificato, il 9 Gennaio u.s. durante un tentativo di conciliazione di una multa. Lo comunica in una nota il Segretario Generale della Uil Fpl, Giovanni Torluccio.

La collega oggetto di questa vile aggressione ha riportato ferite alla spalla con una prognosi di 7 giorni.

Questa è l’ennesima aggressione avvenuta nei confronti degli appartenenti alla Polizia Locale, oggetto in questo ultimo periodo di attacchi senza precedenti da parte dei media e delle Istituzioni stesse con l’aggravante che in questo tipo di situazioni ai vigili non viene riconosciuta la causa di servizio ne l’equo indennizzo.

Il Decreto Monti, infatti, ha creato una forte discriminazione tra i lavoratori pubblici cancellando in modo arbitrario le più elementari forme di tutela dei lavoratori. Escludere da queste gli operatori della polizia locale che svolgono un ruolo insostituibile all’ interno del territorio, ci appare assolutamente discriminante perché nei fatti oltre che nelle competenze gli stessi sono figure strategiche per garantire la sicurezza dei cittadini in sinergia con le altre forze di polizia.

Condividi

03/01/2015. INTERVISTA A TORLUCCIO (UIL-FPL): INCREDIBILE AGGRESSIONE A DANNO DEI VIGILI ROMANI

bandiera

03/01/2015. INTERVISTA A TORLUCCIO (UIL-FPL): INCREDIBILE AGGRESSIONE A DANNO DEI VIGILI ROMANI

Sulla vicenda della Polizia Locale di Roma Capitale, abbiamo assistito ad "un' incredibile aggressione da parte dei media" e una "reazione arrogante" da parte dei responsabili istituzionali. "Oggi pomeriggio riuniremo le segreterie di Roma e Lazio della funzione pubblica locale di Cgil, Cisl e Uil - riferisce Giovanni Torluccio, segretario generale Uil Fpl - Siamo di fronte ad un'aggressione da parte dei media che non ci rende giustizia: nessun sindacato ha dato indicazioni di assenteismo e il nostro segretario regionale Francesco Croce il 31 era in servizio. Le assenze non sono da imputare ad alcuna azione sindacale. Riscontriamo una reazione arrogante da parte di chi non riesce a programmare e scarica la responsabilita' sui lavoratori. Il Comune di Roma non rispetta le regole e vuole applicare un accordo unilaterale, senza intesa con i sindacati: per questo siamo pronti ad utilizzare gli strumenti a nostra disposizione, compreso lo sciopero".

Secondo Torluccio, "se a Roma ci sono state assenze dal lavoro senza giustificazione, e' giusto siano messi in atto i normali strumenti di penalizzazione". Quanto all'azione ispettiva prospettata dal Ministro della Funzione pubblica Marianna Madia, Torluccio risponde: "Se ci deve essere, allora coinvolga tutti, a partire da Sindaco, Assessore e Comandante della Polizia Locale, perche' il lavoro festivo e' programmabile. Non e' possibile che non si riesca a dare risposte organizzative e poi si scarichi la responsabilita' su altri". E l'intervento del premier Renzi? "Sara' una personalita' eclettica - osserva il sindacalista - e' capace di dire la sua su tutto e si mette anche a fare il Sindaco di Roma...". Ma perche' lo sciopero? "E' una possibile reazione ad una serie di eventi - conclude - Questa dei vigili possiamo dire che sia la goccia che fa traboccare il vaso". (AGI) .

Condividi

A.O. Sacco "Risse e assalti: il pronto soccorso della paura"

image

Attachments:
FileDescriptionFile size
Download this file (image.jpg)image.jpg 385 Kb
Condividi

.

auguri

Condividi

23/12/2014 PROVINCE, INCONTRO CON MADIA

bandiera

23/12/2014 PROVINCE, INCONTRO CON MADIA: APERTO IL CONFRONTO CON IL GOVERNO MA ORA SERVONO RISPOSTE CONCRETE.

Cgil, Cisl, Uil “Tenere alta la guardia. La mobilitazione continua fino a quando non otterremo risultati certi”
All’incontro tenutosi oggi alla presenza dei Ministri Marianna Madia e Maria Carmela Lanzetta e del sottosegretario di Stato Angelo Rughetti abbiamo ribadito le nostre richieste, rafforzate dalle mobilitazioni che hanno interessato tutte le Provincie italiane: un nuovo assetto territoriale, responsabilmente partecipato da tutti i soggetti istituzionali coinvolti, che consideri la tutela dei lavoratori delle provincie, precari e non, e la valorizzazione delle loro competenze professionali l’ossatura portante del riordino.

Condividi

Leggi tutto: 23/12/2014 PROVINCE, INCONTRO CON MADIA